Lunedì 16 gennaio 2012 ore 14,00 – Presidio a Torino

 

Lunedì 16 gennaio 2012 ore 14,00 – Torino

Presidio di fronte alla sede del Consiglio Regionale in via Alfieri 15

NO ALLO SCIPPO DEL REFERENDUM

Nonostante la Corte d’Appello di Torino abbia chiaramente riconosciuto la legittimità del
referendum regionale sulla caccia, la Regione Piemonte continua a cercare sotterfugi per
evitare la consultazione popolare. Addirittura, l’Assessore regionale alla caccia, Claudio
Sacchetto, ha proposto la totale abrogazione della legge regionale in materia. I costi della
consultazione popolare non sono certo una motivazione valida per cancellare l’unica forma
di partecipazione diretta prevista dal nostro ordinamento, oltre le elezioni, e calpestare i
diritti democratici della cittadinanza.

L’unica via percorribile per evitare il ricorso alle urne continua ad essere il totale
recepimento dei quesiti referendari (limitazione del prelievo venatorio a 4 specie, divieto di
cacciare la domenica e su terreno coperto da neve, limitazione dei privilegi concessi alle
aziende faunistico-venatorie).

Su questi argomenti è indetta una conferenza stampa, che si terrà il giorno
Lunedì 16 gennaio 2012, alle ore 14.30
presso la sede del Consiglio Regionale del Piemonte (via Alfieri 15)

Contestualmente verrà organizzato, a partire dalle ore 14.00,
un presidio popolare di fronte alla sede del Consiglio Regionale (v. Alfieri 15)
per chiedere a gran voce il rispetto delle leggi
ed un serio impegno per la tutela della fauna selvatica.

Per il Comitato Promotore
Piero Belletti e Roberto Piana

 


Post to Twitter Post to Facebook Send Gmail Post to MySpace