Caccia, il referendum fa scoppiare il bubbone (Eco Risveglio)

Bugnano (IDV) sul piede di guerra.

“Per un quarto di secolo si è impedito ai piemontesi di esprimersi, sin dal 1987 quando nella nostra regione vennero raccolte circa 60 mila firme per abrogare  alcuni articoli della legge regionale sulla caccia allora vigente – commenta la senatrice piemontese dell’Idv Patrizia Bugnano – Nel dicembre 2011 dopo un’estenuante battaglia legale portata avanti dal Comitato referendario, la Corte di appello di Torino si è pronunciata definitivamente sulla legittimità dei referendum. La situazione sembrava finalmente sbloccata: il referendum si doveva fare”.

Post to Twitter Post to Facebook Send Gmail Post to MySpace